Devi prendere una decisione, sei a un bivio. Lasci qualcosa e prendi qualcos’ altro. Come ti senti, Bene? Male? Felice e/o infelice?

Non tolleri i capricci di tuo figlio? Ti chiedi:” ma quando smetterà? Ha solo 2 anni, è normale che faccia così”
29 settembre 2014
25 modi per chiedere ai tuoi figli “com’è andata oggi a scuola?” Senza però, assillarli.
15 ottobre 2014
Mostra tutti

 

Come gestire “il fluttuare” delle emozioni e vivere felici.

 

Devi cambiare casa? Cambiare lavoro? I tuoi figli si stanno sposando?’

I distacchi fanno inevitabilmente parte della vita e possono essere incredibilmente dolorosi, ma attenzione non devono essere assolutamente devastanti. E quindi, come ti senti? Un po’ “up” e un po “down”?

 

3 semplici punti per affrontare serenamente, le proprie contraddizioni emotive.

 

 

 

 

1) Riconoscere che i sentimenti contrastanti appartengono all’essere umano.

Per esempio: fa parte del gioco sentirsi sia triste, che eccitato, perché tuo figlio si sta sposando lasciando casa, e in più, come se non bastasse, sentirsi anche preoccupato per il suo futuro. Non è strano essere felici per aver lasciato il proprio marito per un altro uomo, dopo anni di terribili discussioni, e nello stesso tempo sentirsi non completamente convinti della scelta fatta. Il trucco è non entrare in agitazione, ma riuscire a trovare il modo di accogliere dentro di sé questi conflitti, e questa giostra di emozioni, accettandoli nella propria quotidianità.

Più uno apre se stesso all’arcobaleno emozionale che la vita offre, più è in grado di superare quegli eventi che fanno maggiormente soffrire. L’obiettivo è quello di fare in modo che questa dualità non si impossessi di noi facendoci entrare in panico.

2) Quando sei sovraccarico di emozioni….

Quando sei sovraccarico di emozioni, sia positive che negative, e ti senti perso perché devi fare una scelta sentendo il peso della responsabilità e la paura di sbagliare, sappi che non vuol dire che stai prendendo una decisione errata. Queste sensazioni provocate dal passaggio da un iniziale stato d’animo di pessimismo, a uno successivo pieno di ottimismo e di carica , sopraggiungono anche quando tutto sta andando per il meglio nella vita.

 

3) Se sei a un bivio..

Sei a un bivio e prima di prendere l’agognata decisione per scegliere da che parte andare, prendi carta e penna. Scrivi velocemente d’istinto in un foglio tutte le tue emozioni che stai provando pensando all’eventuale cambiamento della tua vita che dovrai affrontare in tempi brevi.. Falle leggere ad alta voce a un tuo amico o a un parente. Scegli quelle che ti danno più serenità, poi poniti la domanda: ma quelle che non ho scelto, sono poi così terribili? Prendi tempo per riflettere. Poi chiediti: come sarà la mia vita fra un mese dopo questo cambiamento? E fra un anno? Dovrò affrontare più emozioni positive o negative? Oppure riuscirò ad accettare e convivere con entrambi?

Attualmente basta poco per entrare in ansia. L’ambito desiderio di essere sempre felici, ci rende talmente insicuri di fronte alle piccole avversità che di conseguenza si diventa incapaci di accettare le emozioni negative, che fanno parte della vita.

Comunque, sappi che, è inutile scappare dalle emozioni, esse riusciranno a trovarti ovunque tu sia; la perdita di un famigliare fa soffrire, vincere alla lotteria ci rende gioiosi e la paura ci spaventa.

Comments are closed.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com