25 modi per chiedere ai tuoi figli “com’è andata oggi a scuola?” Senza però, assillarli.
15 ottobre 2014
Mio caro genitore, non commetterai anche tu questi errori?
28 ottobre 2014
Mostra tutti

problemi-coppia-psicologo-counselor-counseling-adolescenti-mamma-papà-
Ecco qui 6 facili e pratici spunti per iniziare una conversazione con il proprio partner senza “ingastrirsi”.

E’ passato un anno dal fatidico SI’, e già il tuo grande amore non ti considera. Ti evita quando entri in casa. Si gira dall’altra parte quando ti avvicini a lui. Va a dormire prima di te perché è terribilmente stanco, oppure molto dopo di te, perché non ha sonno.

Se sei sposata da poco, e stai incontrando difficoltà simili, e ti sembra che al tuo coniuge siano comparsi all’improvviso dei difetti che quando eri fidanzata non aveva; cosa pensi di fare?? Stare zitta e tollerare la situazione??? Wow…Ciò ti fa sentire meglio? Ma va là, non credo proprio, anzi, di la verità, ciò ti alimenta un gran sentimento di rabbia e risentimento verso la tua (ex) dolce metà. Il rifiuto del tuo partner, la persona che pensi che ti conosca meglio e che ti ami per quello che sei, ha sicuramente un devastante impatto sulla tua stima e immagine.

1)  Intanto cerca il momento giusto per potergli esporre il tuo problema. Ovviamente, non alla mattina prima di andare a lavorare che si ha molta fretta. (Situazione che ti capita spesso, vero?)

2)  Non iniziare la conversazione, con l’ indice puntato su di lui, spiegando come stanno i fatti e come dovrebbero essere per funzionare meglio. Non puntualizzare sempre ogni situazione, con l’obiettivo, un po’ subdolo, diciamolo, di tener sotto controllo, per poi programmare nel miglior modo possibile, la relazione. Ciò è fastidiosissimo e irritante.

3)  Inoltre non accusarlo mettendolo in un angolo, e non giudicarlo. (Vissuta almeno una volta questa esperienza, vero?)

4)  Una buona formula da usare potrebbe essere quella di esporre i tuoi sentimenti in questo modo: Mi sento così quando fai questo; cioè bisogna toccare il piano emozionale. In più, bisogna riconoscere che esiste il torto e la ragione da entrambi le parti.

5) Da non dimenticare, che quando si tratta di dinamiche affettive, analizzare e discutere a livello razionale, impoverisce i legami che tengono unite le persone. Ragione ed emozione non sempre vanno d’accordo, anzi spesso sono in conflitto.

6)Fai un lungo respiro, per poter lasciar spazio a tuo marito di risponderti, in modo che si senta libero di esprimere il suo parere. Chiedigli di spiegarti il suo punto di vista, come lui vede le cose, cosa pensa riguardo all’argomento in questione, e, soprattutto, come si sente emotivamente.

E tu, usi le stesse tecniche per iniziare ad avere una buona conversazione con tuo marito? Se no, provaci, e se hai voglia, sarò felice di leggere i tuoi commenti qui sotto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com